Seguci su twitter

Categorie

COSAP più alto per le aree di maggior pregio

T.A.R. Lazio - Roma, Sez. II ter 3 settembre 2015 n. 11036

Il maggior pregio di un’area comporta, per chi la utilizza in base ad una concessione, un vantaggio
economico a fronte del quale fa riscontro un maggior sacrificio che la collettività deve sopportare
per cui è legittimo e giuridicamente fondato che il Comune possa stabilire l’entità del canone per
l’occupazione del suolo pubblico in relazione all’importanza del luogo dove sono commercializzati
i prodotti.
Se questo avviene nel centro storico del Comune, cioè in un luogo di incomparabile valenza
commerciale e turistica, è lecito ritenere che l’Ente locale determini le tariffe in misura superiore
rispetto a quelle applicate in altre aree di minore interesse economico.
A queste conclusioni è giunto il T.A.R. del Lazio che, con sentenza n. 11036 del 3 settembre 2015,
si è pronunciato in merito ad una delibera comunale contestata dai titolari di posteggi assegnati a
«rotazione» i quali eccepivano, oltre l’aumento indiscriminato delle tariffe, una disparità di
trattamento tra categorie di operatori commerciali.
I posteggi in questione sono quelli assegnati ad una pluralità di operatori per svolgervi, tramite
periodica rotazione, attività di commercio di generi alimentari e non alimentari.

leggi o scarica l’articolo completo

Luigi Cenicola



error: Contenuto protetto da copia!